• Redazione: M.Sebastiani
  • 05 June , 2019
  • Articoli

Bhagavad Gita Ia parte II cap.: la logica liberatrice

traduzione di Vyasa Sante*testo e commento a cura di Marco SebastianiIl secondo capitolo della Gita ben riassume e cristallizza l'intero sistema dell'opera. L'inizio del discorso di Krishna in risposta alle esitazioni di Arjuna è anche un riassunto di tutto il sistema di credenze basilari induista sino ai nostri giorni. Avevamo lasciato Arjuna sul campo di battaglia, in preda allo sconforto per l'imminente battaglia e le sofferenze e le ingiustizie che ne sarebbero derivate. Arjuna solleva in realtà il problema della vita e  dell'azione umana. Chi sono, cosa è il mondo e perchè esiste, come è possibile conciliare la vita sociale nel mondo e la vita spirituale, queste sono le domande che si è posto. Questo problema darà modo a Krishna di esporre le basi del suo volere, della sua...

Leggi Tutto...

  • Redazione: M.Sebastiani
  • 23 May , 2019
  • Articoli

Tapas: la pratica intensa tra Veda e Yoga

di Marco SebastianiE' estremamente interessante rintracciare alcuni concetti chiave dello yoga nelle proprie origini antichissime. Possiamo vedere in questo modo come spesso il significato profondo di taluni termini sia il medesimo, seppure applicato in un contesto differente. In particolare, alcuni concetti nascono, nel pensiero indiano e induista, riferiti all'universo, alla creazione e all'emancipazione del mondo, e da questo contesto sono portati nello yoga come trasferimento dall'universale al particolare. Sin dall'opera di Patanjali lo yoga è trattato come l'analisi dell'uomo su se stesso, visto come riflesso dell'universo, animato e illuminato dalla stessa scintilla vitale divina. In questo modo lo spirito individuale, osservabile grazie allo yoga tramite la cessazione delle oscill...

Leggi Tutto...

  • Redazione: M.Sebastiani
  • 10 May , 2019
  • Articoli

Bhagavad Gita: La sofferenza di Arjuna [BG1.20-46]

traduzione di Vyasa Sante*testo e commento a cura di Marco Sebastiani Arriviamo ora al punto cruciale del primo capitolo della Bhagavad Gita, gli eserciti si sono valutati e scrutati, ma ora l'attenzione è tutta per Arjuna. Il nostro eroe appare particolarmente umano, dopo aver visto amici e parenti tra le fila nemiche, è assalito da un profondo dolore e si interroga sui motivi e sulle conseguenze del combattere e in ultima analisi della guerra. La sua voce è quella che istintivamente ci appartiene, contraria a qualsiasi guerra. Toccherà poi a Vishnu, per bocca di Krishna, chiarire quale sia il giusto modo di agire e quali siano i sommi irrinunciabili valori di giustizia e libertà, ai quali non ci si può sottrarre. Ma non anticipiamo la bellezze di questi versi che seguono.Bg. 1.20...

Leggi Tutto...

  • Redazione: M.Sebastiani
  • 19 April , 2019
  • Articoli

Bhagavad Gita: inizia la battaglia [BG1.1-19]

traduzione di Vyasa Sante*testo e commento a cura di Marco Sebastiani  Capitolo 1Mentre gli eserciti opposti sono schierati e si soppesano, pronti ad attaccar battaglia, Arjuna, il potente guerriero, vede i suoi parenti, i maestri e gli amici tra le fila dei soldati, pronti alla lotta e al sacrificio della vita. Nella seconda parte del primo capitolo sarà sopraffatto dal dolore e dalla compassione, Arjuna sentirà la forza venirgli meno, confuso vacillerà la sua determinazione a lottare. In questa prima parte si apre ufficialmente la battaglia, dopo mille tentativi di mediazione falliti, dopo aggressioni ed elusioni, è venuto il momento della verità. Si suonano allora le conchiglie come corni da battaglia. E' giunto ormai il momento della resa dei conti, per molte pagine della Mah...

Leggi Tutto...

  • Redazione: M.Sebastiani
  • 15 April , 2019
  • Articoli

Bhagavad Gita: Introduzione

  di Marco Sebastiani La Bhagavad Gita e gli Yoga Sutra, sono i due pilastri antichi della disciplina dello yoga. Per chi è interessato alla tradizione sono entrambi imprescindibili.Le due opere hanno tuttavia una serie di differenze. In primo luogo è diversa la forma, la Bhagavad Gita è molto più discorsiva e apparentemente chiara nei contenuti, che seguono una storia ed una narrazione, al contrario dei sutra di Patanjali, che espongono invece sintetici concetti filosofici. Nonostante ciò, i numerosi commenti che sono stati scritti sulla Bhagavad Gita espongono opinioni molto diverse anche sui concetti essenziali. La Gita è nauralmente letta come contenuto allegorico, ed il rapporto tra il suo protagonista, l'arciere Arjuna e il conducente del suo carro da battaglia, il dio Kr...

Leggi Tutto...

  • Redazione: M.Sebastiani
  • 09 April , 2019
  • Articoli

I Deva: Kali la signora del tempo

 di Marco Sebastiani   Inauguriamo una nuova rubrica dedicata alle divinità del pantheon induista, iniziando da uno dei personaggi più affascinanti, controversi e fraintesi: la dea Kālī (sanskrito  काली, di seguito Kali). Dicevamo fraintesi perchè, oggigiorno, con la riscoperta del tantrismo, spesso vengono sovrapposte categorie evidentemente occidentali, con categorie indiane ed induiste, alle volte  seguendo derivazioni del culto molto recenti. Anche Hollywood ha avuto la sua responsabilità, accostando la dea a presunti culti oscuri e pericolosi.  Cercheremo di ricostruire la figura classica, rituale, di Kali, basandoci sui testi tradizionali. Bisogna comunque ricordare sempre che ciò che noi chiamiamo Induismo non costituisce in realtà un co...

Leggi Tutto...